giovedì 5 dicembre 2013

Frasi dai libri#1 "Anna Karenina"



La negazione di un fatto non ne è la soluzione.



Anna Arkad'evna leggeva e capiva, ma non provava piacere a leggere e a seguire il riflesso della vita degli altri. Aveva troppa voglia di viverla lei, la vita.



Se è vero che ci sono tante sentenze quante teste, così pure tante specie d'amore quanti cuori.



Io sono come un essere affamato al quale abbiano dato da mangiare. Avrà forse freddo, e avrà il vestito lacero; avrà vergogna forse, ma non è infelice. Io infelice? No, eccola, la mia felicità...



Un'idea giusta non può non essere feconda.




- Io non penso nulla - ella disse - ma t'ho sempre voluto bene, e quando si vuol bene, si vuol bene a tutta la persona così com'è, e non come si vuole che sia.





Non ci sono condizioni tali a cui l'uomo non possa abituarsi, in particolare se vede che tutti quelli che lo circondano vivono allo stesso modo.




Il rispetto l'hanno inventato per nascondere il vuoto là dove dovrebbe essere l'amore...




2 commenti: