domenica 29 dicembre 2013

#PostTag: Year of books [2013]

   Finalmente una domenica all'insegna del relax, dunque non potevo non trovare un po' di tempo per il blog! La recensione del prossimo libro non è ancora pronta, ma ho deciso di partecipare a questo carinissimo Tag, ideato da un blog che non ancora conoscevo bene e che mi ha meravigliosamente sorpreso, Il profumo dei libri, segnalato da un'altrettanto meravigliosa blogger, Alessandra di Chez Alessandra!
   Solitamente non mi ci cimento in post eccessivamente personali, eppure questo Tag mi è piaciuto: credo sia arrivato il momento di conoscerci meglio!

 Il profumo dei libri - TAG: Year of Books

Per tutti i lettori

1. Il libro più bello?
Devo dire che quest'anno di libri belli ne ho letti diversi, ma non posso che aggiudicare il primato a "Lolita" di Vladimir Nabokov. Me ne sono davvero innamorata.

2.Il libro più brutto?
Come dicevo, quest'anno ho letto numerosi libri belli; diciamo che le mie scelte sono state accurate, eppure qualche errore ci scappa sempre. Senza ombra di dubbio, il libro più brutto è stato "La voce invisibile del ventodi Clara Sánchez. Noioso, banale ed elementare. Ho dovuto interrompere la lettura - cosa per me piuttosto rara!

3.Il libro più lungo?
Sicuramente "Anna Kareninadi Lev Tolstoj, ma avrebbe potuto avere altre 1000 pagine e  l'avrei letto con lo stesso entusiasmo ed interesse. Un capolavoro!

4.Il libro più corto?
"Il ballo" di Iréne Nèmirovsky, breve e conciso.

5.Il genere di cui hai letto più libri?
Narrativa e classici quasi esclusivamente, mi piace arricchire la mia conoscenza dei giganti della letteratura senza trascurare il presente.

6.Il genere di cui hai letto meno?
Noir.

7.Il libro che non avresti mai preso in considerazione ma che hai amato?
Decisamente "Nel territorio del diavolo" di Flannery O'Connor, un libro che non avrei preso in considerazione per il semplice fatto che ignoravo la sua esistenza, e che forse sarebbe passato inosservato tra gli scaffali (anche perché si tratta di saggistica e, per quanto mi piaccia, è difficile trovare libri del suo genere capaci di trasmetterti qualcosa) se non mi fosse stato consigliato da una libraia. Ottima scoperta!

8.Il libro da cui ti aspettavi moltissimo ma che ti ha deluso?
Non è stata una grave delusione, perché si tratta comunque di un libro maturo che sono felice di aver conosciuto, ma "Memorie di Adriano" di Marguerite Yourcenar me l'aspettavo completamente diverso...

9. Il libro che hai comprato d'impulso senza averlo mai sentito nominare?
"Il vino della solitudinedi Irène Némirovsky. Non conoscevo né il libro né l'autrice, ma il titolo mi ha colpito, forse perché quel giorno in libreria mi sentivo un po' sola. Ci scegliemmo un po' a vicenda e così ho avuto modo di conoscere una scrittrice da non trascurare. 

10. Un libro super-pubblicizzato che hai deciso di non leggere?
Eheheh...ce ne sono parecchi! Diffido sempre dai libri troppo pubblicizzati, aspetto prima che l'attenzione cali per cercare di capire se ne valga la pena o no. Giudico sempre a fine lettura ovviamente, e se potessi leggerei di tutto per farmi una chiara idea di ciascun libro, ma dal momento che il tempo a disposizione è quello che è, scelgo accuratamente le mie prede ;-P. Ad esempio, un libro che fa fatica ad entrare nella lista dei prossimi da leggere è  "Expo 58" di Jonathan Coe. 


Per i blogger

1.La recensione più difficile da scrivere?
"Le correzioni" di Jonathan Franzen. Il libro mi ha colpito molto, eppure sarà stata l'estate, sarà stato il caldo, l'ho scritta un po' a singhiozzi...

2.La recensione nata con estrema spontaneità in pochi minuti?
Direi quella su "Olive Kitteridge" di Elizabeth Strout. Col senno di poi mi rendo conto che il momento dedicato alla lettura di questo libro è stato avvolto da un'atmosfera particolare: letto con estrema velocità e recensione scritta di getto.

3.Il post più famoso e più commentato?
Più che sui commenti, mi baso sulle visualizzazioni: i post più famosi sono stati quelli dedicati al mio romanzo ("Il bacio della buonanotte") e a quello della mia amica Valentina Fitti ("La zanzara"), con i quali quest'estate ci siamo messe in gioco, condividendo la nostra passione e l'amore per la creatività con un evento intitolato "Disordini".

4.Il post a cui sei più legato?
Si intitola "Un muro di poesia", una raccolta di foto che rappresentano la poesia per strada. Poche righe di introduzione che però sintetizzano un aneddoto simbolico che ha inaugurato la mia splendida esperienza vissuta in Spagna.

5.Il mese più attivo?
Devo dire che a settembre mi sono data da fare!

6.Il mese più "morto"?
Febbraio. Totalmente assente! Ma stavo in Spagna, me lo perdonerete ;-)

7.Un blog che avete iniziato a seguire per caso e che vi ha sorpreso?
Bene, questa domanda mi piace molto perché mi permette di ringraziare tutte le blogger con le quali interagisco, augurandomi di continuare a condividere questa passione con loro e con tutti coloro che amano lo scambio di idee e consigli! Quest'anno, in particolare, ho avuto il piacere di scoprire diversi blog interessanti, in primis Chez Alessandra, L'Angolino di Ale e Little Miss Book!

8.Un blog che vi hanno consigliato e che invece vi ha deluso?
Non mi viene in mente nessun blog nello specifico, ma in generale non condivido l'atteggiamento di chi preferisce accaparrarsi il numero di followers con esplicite richieste, invece di concentrarsi sulla qualità dei post!



Domanda finale per tutti

Quali buoni propositi avete per il prossimo anno?
C'è stato un tempo in cui adoravo stilare le liste per l'anno nuovo, mi piaceva pormi degli obiettivi e fare il resoconto a fine anno. Ora torno ad essere un po' bambina, vediamo se l'anno prossimo sarò riuscita nei miei intenti...
I miei buoni propositi da "blogger" sono:
  • terminare di leggere i più importanti classici della letteratura;
  • dedicarmi maggiormente alla narrativa contemporanea, italiana e non;
  • ampliare gli orizzonti, dedicando una sezione del blog a post in inglese e spagnolo;
  • conoscere nuovi/nuove blogger con le quali interagire.
Da Candia:
  • non lasciarmi sopraffare dal caos esterno, ma conservare sempre il mio equilibrio, dedicandomi ogni giorno alla mia famiglia, alle mie amicizie e ai miei affetti in generale, rispettando sempre quella che sono;
  • viaggiare;
  • sfruttare ogni minima occasione di trasformare un giorno in un'esperienza nuova.
Spero sia stato divertente e piacevole per voi leggere questo post, così come è stato per me scriverlo! Vi invito a partecipare e, con questo, vi auguro un gioioso 2014! ;-)





6 commenti:

  1. Anche se non "partecipo" per pigrizia, mi piace molto leggere le risposte dei post-tag.
    Prendo nota dei libri citati, è interessante conoscere nuovi autori o rivalutarne degli altri.
    Ti ringrazio tanto tanto tanto per avermi citata tra le letture. Sono contenta di conoscere brave blogger come te.
    In bocca al lupo per il 2014!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tante, anch'io sono molto contenta di conoscere blogger in gamba come te con le quali confrontarmi. Crepi il lupo e buon 2014!!!

      Elimina
  2. Che carina che sei <3
    In bocca al lupo per il 2014, che ti porti tante belle cose e realizzi tutti i tuoi sogni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandra e buon 2014 anche a te! :-)

      Elimina
  3. Adoro questo tag! Di solito lo faccio a inizio anno, ma solo la prima parte... quest'anno però potrei integrare con la seconda!
    Belle risposte, mi piacciono tanto... tanta Nemirovsky e non può essere altro che una bella cosa...
    ti auguro un 2014 pieno di letture!! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Lo sai che stavo proprio pensando a un post con le letture prefissate per l'anno nuovo?! Tu integri con la seconda parte, io con la prima ;-)
      Magnifico 2014 anche a te!!!

      Elimina